Esporsi più di 27 minuti al giorno alle radiazioni del cellulare, per un periodo di 10 anni, aumenta la probabilità dell’insorgere di un cancro al cervello, dicono gli scienziati. Ma il dato è rinforzato dal fatto che le compagnie di assicurazione come Swiss Re e Lloyd’s non coprono i rischi delle compagnie telefoniche. Hanno ipotizzato uno scenario di insorgenza di tumori al cervello molto forte fra il 2020 e 2030 per chi oggi è forte utilizzatore: in pratica lo danno per certo e non vogliono assumersi il rischio finanziario delle class action che verranno, come già accaduto in precedenza per il fumo.

Quindi :

Spegniamo il cellulare se per un certo periodo di tempo non lo utilizziamo, la notte ad esempio, oppure impostiamolo in modalità offline o aereo. Così facendo verranno ridotte, o addirittura azzerate, l’esposizione a radiazioni o ad altro tipo di trasmissione.

Se utilizziamo lo smartphone per molto tempo durante il giorno, sopratutto per effettuare telefonate, sarebbe utile impiegare un auricolare, possibilmente non bluethoot, bensì quello tradizionale con il cavo, perché il dispositivo che si inserisce direttamente nell’orecchio, creerebbe una esposizione alle radiazioni notevolmente maggiore. Interessante utilizzare il vivavoce.

Tenuto nella tasca dei pantaloni il cellulare può essere dannoso per il sesso maschile, in quanto le radiazioni emesse andrebbero a colpire direttamente gli organi riproduttivi causando danni permanenti alla fertilità.

Teniamo i bambini, ancora più vulnerabili degli adulti, lontano il più possibile da cellulari, iPhone© o iPad©. Seppure utili, questi ultimi, per l’apprendimento e la didattica.

In movimento: auto, treno o in zone in cui vi è poca rete o copertura, limitiamo se possibile le telefonate, o riduciamo la durata delle chiamate, perché il cellulare in questi casi, cerca di connettersi con le celle più vicine, e attiva quindi frequentemente il trasmettitore. Risultato: più radiazioni emesse e maggiore esposizione rispetto a un luogo in cui il cellulare ha la copertura completa.

Durante la telefonata, passiamo il cellulare da un orecchio all’altro senza appoggiare il telefono soltanto da un lato, cercando nel contempo, di ridurre i tempi di chiamata. Utilizziamo di più il telefono fisso di casa, ovviamente non il cordless!

Mai dormire con il cellulare vicino alla testa, ad esempio usandolo come sveglia.