Eco-sostenibile consiste in una serie di comportamenti compatibili con l’ambiente circostante non usurpando le risorse. Si sceglie di aiutare l’ambiente e quindi di essere eco-sostenibile, grazie ad una serie di piccole azioni giornaliere come ad esempio, ridurre gli sprechi, riciclare e riutilizzare, si contribuisce alla salvaguardia del pianeta riducendo l’ accumularsi rifiuti nell’ indifferenziato.

E’ eco-sostenibile chi:

contribuisce alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica, preferendo mezzi pubblici, bicicletta, e altro a motocicletta e automobile:

è attento a non sprecare risorse fondamentali per la nostra sopravvivenza come acqua ed energia;

utilizza materiali, prodotti, sistemi a basso impatto ambientare, non inquinanti;

reinventa, riutilizza e dona nuova vita ad oggetti non più usati;

preferisce prodotti biologici privi di pesticidi e sostanze nocive per l’organismo;

preferisce prodotti, cosiddetti, a chilometro zero;

 

Cosa significa eco-sostenibile?

Essere eco-sostenibile è una condizione necessaria per il nostro avvenire e per garantire alle generazioni future tutte le condizioni e le risorse necessarie per la sopravvivenza. Continui cambiamenti climatici, calamità naturali sempre più frequenti, scarseggio delle risorse disponibili, dovrebbero sensibilizzare e portare ad adottare uno stile di vita che contribuisca anche in parte alla salvaguardia del pianeta.

La ecosostenibilità non prevede quindi che si rovini il patrimonio naturale, non accetta la povertà come condizione di vita, perché implicherebbe un’esistenza non dignitosa, non consente il declino economico. Pertanto lo sviluppo sostenibile è l’incontro di quattro diverse sostenibilità, tutte correlate tra loro: la sostenibilità ambientale, quella economica, quella sociale e la sostenibilità istituzionale.