Napoli è perfetta per andare in bicicletta. Ebbene sì. Basta considerare il ciclismo come trasporto intermodale urbano. Ad esempio utilizzando una Brompton, la bicicletta pieghevole per eccellenza, ed associarla ai mezzi pubblici. Il problema delle numerose salite e discese presenti nello splendido capoluogo campano, viene così risolto dall’utilizzo delle 4 funicolari cittadine e dalla metropolitana.
Il 10 novembre 2012 fu inaugurata la prima pista ciclopedonale che collega la zona ovest di Napoli con il centro cittadino. Un tracciato di quasi 20 km di lunghezza con diverse diramazioni verso i principali nodi di interscambio come le funicolari, le linee della metropolitana e la stazione ferroviaria di piazza Garibaldi. Un progetto da curare con maggiore attenzione ma che riveste un ruolo importante per il sempre più folto numero di bikers partenopei e per le associazioni ciclistiche locali che da tempo chiedono all’amministrazione più vivibilità e sicurezza per gli spostamenti quotidiani in bicicletta. E’ senz’altro un tassello importante per tutto il sistema dei trasporti della città e la bicicletta finalmente viene inserita al centro della strategia di mobilità dell’amministrazione comunale che ha già realizzato negli ultimi mesi importanti interventi finalizzati al miglioramento della qualità della vita dei cittadini: zone a traffico limitato nel centro storico, pedonalizzazione del Lungomare Caracciolo, trasporto gratuito delle bici su funicolari e metropolitana.
In conclusione, ribadiamo il concetto che Napoli è perfetta per andare in bici, anche perchè gode di un clima mediterraneo, grazie al quale il sole splende mediamente per 250 giorni l’anno.
Pedalare per credere!